COMUNICATO STAMPA
Nuit Blanche "Les Amants irréguliers" e i Giovedì di Villa Medici 
 
Villa Médicis - Académie de France à Rome
 

La Nuit Blanche di Villa Medici, giunta quest’anno al suo quarto appuntamento, si svolgerà il 31 ottobre prossimo. A cura di Saverio Verini, il titolo di questa edizione è Les Amants irréguliers: si tratta di una citazione cinematograficaispirata al film del regista Philippe Garrel Les Amants réguliers, che rimanda a un rapporto appassionato e intenso, simile a quello che i borsisti intrattengono con Villa Medici e con la città di Roma. La Nuit Blanche vedrà protagonisti proprio i pensionnaires residenti in Villa da settembre di quest’anno a luglio 2020. Artisti visivi, scrittori, compositori, storici dell’arte, registi, architetti e designer saranno coinvolti in questo evento che riscuote da tempo un’incredibile adesione e successo da parte del pubblico; i loro interventi toccheranno gli angoli più suggestivi della Villa, ma anche quelli più appartati e sconosciuti, materializzandosi sia negli ambienti interni che in quelli all’aperto dell’Accademia, per poi svanire nella notte. Opere d’arte visiva, installazioni, proiezioni, interventi sonori e performance saranno la presentazione ufficiale al pubblico di Roma delle attività dei pensionnaires: un reciproco benvenuto all’insegna della creazione artistica.

 

L’intento del curatore è quello di creare un momento di incontro tra discipline e forme espressive diverse, con interventi in grado di mostrare le diverse attitudini dei borsisti; senza volersi caratterizzare come un vero e proprio tema, Les Amants irréguliers rappresenta dunque una traccia in grado di favorire la coesistenza di pratiche e poetiche eterogenee, libere di manifestarsi negli spazi della Villa, senza entrare in competizione con il luogo, ma dialogando con esso e offrendo una possibilità di visita inedita e sorprendente.

 

I nomi dei pensionnaires partecipanti alla Nuit Blanche 2019: Sammy Baloji (arti plastiche / fotografo); Benjamin Crotty (sceneggiatore); Pauline Curnier Jardin (sceneggiatrice); Bastien David (compositore); Samuel Gratacap (fotografo); Valentina Hristova (storica dell’arte); Mathieu Larnaudie (scrittore); Flavien Menu e Frédérique Barchelard (architetti); François Olislaeger (illustratore); Louise Sartor (arti plastiche); Fanny Taillandier (scrittrice); Mikel Urquiza (compositore); Jeanne Vicerial (designer); Sara Vitacca (storica dell’arte).

 

 

Saverio Verini (1985) è curatore di progetti espositivi, festival, cicli di incontri legati all’arte e alla cultura contemporanea. Ha all’attivo collaborazioni con istituzioni quali Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, MACRO, Accademia di Francia a Roma - Villa Medici, American Academy in Rome, Fondazione Ermanno Casoli, Fondazione Pastificio Cerere, Istituto Polacco di Roma, Civitella Ranieri Foundation. Attualmente si occupa del coordinamento mostre della Fondazione Memmo di Roma. Nel 2018 ha pubblicato per PostmediaBooks la monografia Roberto Fassone. Quasi tutti i racconti.

 

 

L’Accademia di Francia riprende la nuova stagione de “i Giovedì della Villa”.

Il prossimi appuntamenti di Settembre:

giovedì 19 dalle ore 19 incontro con gli architetti Pierre-Antoine Gatier Bernard Desmoulin che converseranno con il pubblico affrontando temi relativi al restauro e alla conservazione del patrimonio storico, artistico e architettonico.

giovedì 26 dalle ore 19  concerto di Skip Sempé e Olivier Fortin, studiosi e clavicembalisti che si esibiranno in un repertorio di musica barocca.

 

i Giovedì di Villa Medici

Accademia di Francia

Roma, Viale Trinità dei Monti 1

 

Il patrimonio, conservare – trasformare 

incontro con 

Pierre-Antoine Gatier e Bernard Desmoulin

 

19 settembre ore 19

 

Gli architetti Pierre-Antoine Gatier Bernard Desmoulin sono i protagonisti de i Giovedì di Villa Medici il 19 settembre dalle ore 19. Gatier e Desmoulin converseranno con il pubblico affrontando temi relativi al restauro e alla conservazione del patrimonio storico, artistico e architettonico. 

Il primo incontro è con Pierre-Antoine Gatierresponsabile dei Monumenti Storici francesi, con l’intervento dal titolo Conservare Villa Medici interviene sul patrimonio della Villa, l’edificio di Ferdinando de’ Medici, che dal 1803 è sede dell’Accademia di Francia a Roma. Preservare Villa Medici oggi impone di mettere in discussione la storia delle sue metamorfosi. I nuovi restauri di Villa Medici la considerano come un’opera totale, dall’architettura ai giardini, dai bassorilievi antichi alla modernità dei monocromi di Balthus. 

Alle 20.15 segue l’incontro con Bernard Desmoulin che interviene su Il Museo di Cluny complesso storico nel cuore di Parigi in cui il proposito dell’architetto, di ristrutturazione, è stata una sorta di  digressione artistica, nata dall’esigenza di eclettismo e di integrazione. Un complesso storico che vanta una suite costruita tra il I e il XX secolo che mostra l’importante rinnovo del Museo concepita perseguendo l’idea della città romana che si costruisce lentamente su se stessa.  

 

Pierre-Antoine Gatier è architetto capo dei Monumenti Storici francesi, responsabile di Villa Medici e dei Pieux-établissements di Roma e ispettore generale dei monumenti storici. 

Bernard Desmoulin è architetto e docente. Ex borsista a Villa Medici a Roma, medaglia d’argento all’Accademia di architettura nel 2000, vincitore dell’Equerre d’Argent nel 2009, membro dell’Accademia di Belle Arti dal 2018.

 

 

Metafore e immagini nella musica barocca francese

concerto di  Skip Sempé e Olivier Fortin

 26 settembre ore 19

 Skip Sempé e Olivier Fortin sono i protagonisti de i Giovedi di Villa Medici il 26 settembre alle ore 19. I due studiose e clavicembalisti si esibiranno in un repertorio di musica barocca enigmatico sia per chi lo esegue che per chi lo ascolta. Come si può rendere la “traduzione” delle note scritte su pagine, più efficace, e i concerti più appaganti e carismatici?

Skip Sempé, originario di New Orleans, ha studiato musica, musicologia, organologia e storia dell’arte negli Stati Uniti all’Oberlin Conservatory, prima di completare la sua formazione ad Amsterdam presso Gustav Leonhardt. Come solista, Skip Sempé è in particolare celebre per la sua affinità con le opere del periodo elisabettiano, la letteratura francese per clavicembalo (Chambonnières, d’Anglebert, Forqueray, Louis e François Couperin, Rameau), Bach e Scarlatti, oltre che per il suo talento di improvvisatore e trascrittore. Frequentatore dell’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici dal 1987, Skip Sempé anima i master class annuali a Villa Medici dal 2013, in coproduzione con la Piccola Accademia di Montisi.

Olivier Fortin, diplomato con lode al Conservatorio di musica del Quebec, ha ricevuto numerose borse di studio che gli hanno permesso di proseguire la sua formazione a Parigi con Pierre Hantaï e ad Amsterdam con Bob van Asperen. Vincitore del concorso Bach di Montreal, del concorso di Bruges, è molto richiesto per le sue qualità di solista e musicista da camera. Suona con Masques, Capriccio Stravagante e Tafelmusik in Europa, Giappone, Cina e Corea del Sud, Australia e Nuova Zelanda, Stati Uniti e Canada. Si esibisce anche con Skip Sempé e Pierre Hantaï in programmi musicali per due e tre clavicembali. Olivier Fortin è il fondatore e direttore dell’Ensemble Masques.

 

I Giovedì della Villa

ingresso gratuito nel limite dei posti disponibili | incontro in italiano con traduzione simultanea

www.facebook.com/VillaMedici.VillaMedicis | #giovedìdellavilla, #jeudisdelavilla

 

Ufficio stampa Accademia di Francia a Roma – Villa Medici | Italia

Francesca Martinotti

martinotti@lagenziarisorse.it | +39 348 7460312

 

Accademia di Francia a Roma - Villa Medici
viale Trinità dei Monti, 1 - 00187 Roma
T +39 06 67611 www.villamedici.it

 

Link: https://www.villamedici.it
 
Foto per la stampa:
  Non sono presenti immagini per questo comunicato
Documentazione:
  Non sono presenti documenti per questo comunicato